fbpx

“L’idea è venuta a Luca Zaia. È stato lui a propormi di realizzare un Prosecco. Ne abbiamo parlato l’estate scorsa in Puglia, alla presentazione di Terregiunte, il rosso fatto con Masi. Eccoci qui”.

Bruno Vespa è a Villa Sandi, ieri, assieme a Giancarlo Moretti Polegato. L’occasione è la presentazione della sua nuova linea di vini, due spumanti trevigiani, 13 mila bottiglie, che nasceranno in un ettaro di terreno (che lui ha affittato per questo progetto) collocato in fianco alla locanda Sandi, a Valdobbiadene. L’intera filiera, dalla viglia all’imbottigliamento, sarà curata dall’azienda trevigiana. La produzione sarà per metà di un Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg, caratterizzato da una prolungata sosta sui lieviti, e per l’altra di un Prosecco Doc rosé: “Il nuovo vino si chiama Per Dom, dove Dom è Dominga Cotarella, grande amica e donna del vino (e guida del gruppo Famiglia Cotarella, ndr), oltre che figlia di Riccardo Cotarella, l’enologo che ha curato il progetto e che lavora per noi e per Villa Sandi da anni”, ha precisato Vespa.

“La partnership – ha concluso Giancarlo Moretti Polegato, Presidente di Villa Sandi – rappresenta un riconoscimento di valore per Villa Sandi e il suo territorio eletto a patrimonio Unesco. E dimostra attenzione alle tendenze dei mercati, con il crescente successo del Prosecco Rosé, divenuto prodotto irrinunciabile”.

Paga ora Rimosso. Annulla
  • No products in the cart.